In forma smagliante

Eccomi dopo questa lunga pausa festiva e i giorni convulsi del mio trasferimento a Milano. In questa soleggiata domenica ho cominciato il programma detox per smaltire gli eccessi delle feste e ritrovare benessere e la giusta vitalità per affrontare le lunghe giornate invernali. Il primo passo è stato riprendere quelle poche ma essenziali abitudini che permettono al nostro organismo di lavorare bene e meglio. Alzarsi con ottimismo senza stress,l’ideale sarebbe lasciare entrare la luce solare che aiuta ad avere un risveglio dolce e naturale. E poi se ne avete voglia per due o tre volte rimanendo sdraiati provate ad alternare gamba e braccio opposti piegando la prima e alzano il secondo e rimanendo qualche secondo per passaggio in quella posizione per permettere al corpo di allungarsi dopo 8 ore di torpore. Una volta finito e senza eccessivi sforzi potete alzarvi lentamente ponendovi di lato per non creare tensione a schiena, trapezio e collo. Oppure se avete un amico felino osservatelo e poi provate ad imitarlo vi assicuro che è un ottimo maestro di stretching! stretching Bere al mattino è molto importante, primo perché durante la notte rimaniamo diverse ore senza bere e questo favorisce un aumento di vasopressina scatenando un circolo vizioso che porta alla ritenzione di liquidi. E secondo perché l’acqua ingerita finché siamo a digiuno viene facilmente ottimizzata dall’intestino(è il nutrimento dei villi) diventando così la vera riserva di idratazione della giornata.Optate per acqua conservata in bottiglie di vetro e di qualità come la lauretana. Quindi senza esagerare ma in modo graduale e costante godetevi la vostra razione di acqua quotidiana. Anche qualche goccia di limone agisce positivamente al risveglio. 3b333f63dcf932955d59fb823f2ecdf3 Fare una buona colazione per ricaricarci al meglio e fornire all’organismo i nutrienti utili ad affrontare la prima parte di giornata. Perfetta e golosa vi consiglio una coppetta di yogurt senza lattosio o di soia e crusca d’avena(aiuta nell’assimilazione e regola l’intestino) con l’aggiunta di una noce(che ha la forma del nostro cervello fateci caso), qualche mandorla(ricca di vitamina E e magnesio),semi di lino e semi oleosi(saziano, sono proteici e antiossidanti), una banana (ricca di potassio e nutriente)o un frutto fresco a scelta. Personalmente qualche minuto prima di assaporarmi questa delizia e dopo aver bevuto sufficientemente mangio un kiwi, anche se non mi piace tantissimo ma il suo contenuto di vitamina è importante e poi aiuta la peristalsi intestinale. Mai bere il caffè a stomaco vuoto perché crea acidità e non soddisfa i nostri bisogni. vegan+goji+berry+granola2 Durante la settimana lavorativa le vostre giornate saranno già organizzate per cui ognuno deciderà come e quando dedicarsi allo sport. L’importante comunque è muoversi e spesso. Oggi è domenica e fare una passeggiata o chi preferisce una corsa all’aperto è d’obbligo! Un lavoro intenso brucia calorie e attiva il metabolismo, un lavoro più lento ma sempre costante lavora sull’ossigenazione e il grasso. A me piace molto camminare (ahimè sono una schiappa a correre) e quando mi trovo in Toscana posso scegliere se andare al mare o in collina ma se voglio tenermi in forma scelgo la seconda perché adoro la salita, mi da soddisfazione e intanto lavoro sulle emozioni accumulate durante la settimana.. il mare lo lascio per passeggiate più contemplative. winterrun-e1415136796778 Da oggi ho ripreso anche il programma di allenamento con i tutorial di Fabio Inka e il suo metodo Impacto Training che è ben spiegato, pratico, veloce e abbastanza facile anche se a fare certi esercizi sicuramente sarò molto buffa. Tenetevi leggeri con il pranzo e soprattutto la cena che saranno a base di verdure e proteine vegetali che aiutano la depurazione del fegato e via libera a frullati e centrifugati come merenda e spezza fame. La vostra pelle sarà la prima beneficiaria di queste buone abitudini e le cure a lei dedicate sortiranno un maggior effetto. Cominciamo con il preparare il tewww.omeoenergetica.eu/client/fssuto cutaneo e ripulirlo di scorie e tossine. E per questo dovete utilizzare un prodotto detossinante ve ne consiglio due molto buoni che utilizzo sempre! Osmoclean crema dolce detossinante di Institut Esthedermlo utilizzo sul viso e seno distribuendo una piccola parte di prodotto sulla zona t, guance, collo e decolletè. Massaggio delicatamente e il prodotto da cremoso comincia ad addensarsi ( succede perché sta inglobando tossine come fosse un’aspirapolvere)e senza farlo assorbire passo al risciacquo sempre per mezzo di una manopola di cotone. maschere Soluzione Aromatica Dermopurificante di Omeoenergetica che utilizzo con un guanto di cotone che strofino delicatamente su tutta la superficie esterna del mio corpo, schiena, glutei, palmo della mano e per ultimo la pianta dei piedi. Tutti questi sono punti dove si accumulano tossine e tensioni muscolari. Se siete coraggiose potete bagnare il guanto con acqua fredda e un po’ di prodotto e cominciare a coccolarvi.. ingannerete così il corpo perché sarà costretto a smuovere la circolazione profonda risvegliando così il metabolismo creando una forte ossigenazione e quindi un aumento della temperatura utile per combattere il freddo 🙂 La sensazione è di pelle viva, ossigenata e un senso immediato di pulizia e leggerezza generale. 1390680_403789536416168_1145201282_n A questo punto siete pronte per qualsiasi trattamento vogliate concedervi come maschere viso, fanghi e impacchi. L’avvertenza è quella di fare questi trattamenti prima della doccia perché l’azione dell’acqua se troppo calda sensibilizza il tessuto rendendolo troppo ricettivo e se i prodotti sono aggressivi o di poca qualità potrebbe alla lunga essere controproducente per la bellezza della vostra pelle. Doccia e vasca possono diventare ottime alleate la prima crea una ginnastica vascolare e tonificante se utilizzate il doccino con il getto di acqua fredda dal basso verso l’alto e la seconda trasformando, grazie ad oli essenziali o prodotti specifici e sali del mar morto, il bagno in un momento di relax bellezza. fanghi Corposm Chi ha sauna idromassaggio o bagno turco questo è il momento per metterli in funzione! Gli altri possono concedersi un’ora di relax in un hammam e diverse strutture sportive e centri estetici sono comunque dotati di questi servizi. Ora potete anche concedervi un bel auto-massaggio (o di coppia) con oli naturali nutrienti e ricchi di vitamina E e sostanze benefiche per la pelle e apportare la giusta protezione. Automassaggio-anticellulite-step-by-step_su_vertical_dyn Come cosmetici specifici la scelta è tanta considerando che siamo a gennaio e la nostra pelle è stata messa alla prova anche dalle grandi abbuffate per cui via libere ai prodotti antirughe, idratanti e illuminanti ma anche drenanti, tonificanti e anti-cellulite. Saranno comunque argomento dei prossimi post..

Essential Body Care

Arriva l’inverno e ci dimentichiamo di possedere un corpo, applichiamo giusto un po’ di crema dopo la doccia, magari nello spogliatoio della piscina e a volte neanche quella. Mentre in estate la cura del corpo diventa quasi un’ossessione tra creme anti-cellulite, corse ai trattamenti last minute e, con i week end fuori porta e le prime tintarelle, ci ricordiamo anche dell’esistenza dei prodotti idratanti e nutrienti. Sbagliato!
corpo bella
Il corpo a differenza del viso subisce drasticamente l’invecchiamento intrinseco dovuto al tempo che passa e alle cattive abitudini. A l’interno del tessuto infatti i tutori dermici e le fibre che danno spessore e compattezza si riducono e, a peggiorare la situazione, ci si mette pure la forza di gravità che sul corpo esercita un’azione più attiva. Pensate al seno o ai glutei.. La pelle del corpo richiede cure specifiche da perpetuare nel tempo, anzi per certi inestetismi come la cellulite è meglio giocare d’anticipo e d’attacco usando a nostra favore i mesi in cui ci scopriamo meno. Bisogna lavare anche la cute del corpo con prodotti delicati, magari a base oleosa per contrastare l’effetto del calcare presente nell’acqua. Per esempio avete mai pensato di utilizzare il latte detergente anche per il corpo? Provare per credere!
images (45)
Come per il viso gli esfolianti non devono essere utilizzati per più di due/quattro volte al mese considerando che tra vestiti che sfregano e il freddo, la pelle che spesso in alcune zone del corpo si presenta ipolipidica, poco elastica e facile alle smagliature, abbiamo già una forte sollecitazione il cui risultato è una secchezza generale. I prodotti detox esistono anche per il corpo, da utilizzare almeno una volta a settimana, come sapete li reputo indispensabili per mantenere il tessuto ossigenato e nutrito, bello e soprattutto sano.
creme-rassodanti_su_vertical_dyn
Dopo la doccia o il bagno ricordarsi sempre di stendere una crema idratante o nutriente, è ottimo anche l’olio cosmetico, e concedervi qualche momento di relax massaggiando leggermente il vostro corpo. La produzione di endorfine data dal tocco delle vostre mani, più l’utilizzo di un buon prodotto, influenza positivamente sia su l’umore che su l’aspetto della vostra pelle, con buoni risultati!
corpo crema lunga
Su zone più delicate come il seno e i glutei, l’interno coscia e la parte alta delle braccia l’ideale è utilizzare un prodotto più specifico, fortemente elasticizzante e con effetto tensore, questo per prevenire la comparsa di smagliature o minimizzarle se ancora rosacee e iniziali. Se poi la crema è ad effetto push-up decolté e fondoschiena ringrazieranno!
img1
Per la cura del corpo è importante anche alternare prodotti drenanti o riducenti e questo, non perché bisogna essere magre per forza, ma per aiutare la pelle del nostro corpo in attività metaboliche come il de-stoccaggio dei grassi e la lipasi, migliorando anche la micro circolazione.
sudorazione
E con un prodotto illuminante effetto seta… e due gocce di profumo come Marilyn prima di andare a letto, l’effetto “feel good” è assicurato!

Gelato ai fichi

In questi giorni è tornato il caldo anche se, l’estate ormai, sta cedendo il passo all’autunno.

Per fortuna ci sono ancora i fichi. Dolci e polposi, mi ricordano la mia infanzia e in particolare il mio nonno. Migrato dalla sua Sicilia e trapiantato a Milano, proprio come l’albero nel nostro giardino… quante merende a pane e fichi!!!

Proviamo a fare un gelato?

Prima di cominciare ponete un contenitore vuoto in freezer(vi tornerà utile dopo).
Frullate bene i fichi (300gr), versate il composto in un pentolino, con il latte (250 ml) e la panna (250 ml), aggiungete un po’ di zucchero (qb) senza esagerare (fatelo sciogliere bene)e cuocete a fuoco lento per cinque minuti. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e in seguito in frigorifero, un’oretta circa. Riprendete il composto e con l’aiuto di un frullatore a immersione e del bicchierone cercate di lavorarlo finché non diventa spumoso. Tirate fuori dal freezer il contenitore riposto precedentemente, versateci il nuovo composto e riponetelo nuovamente nel congelatore. Ogni mezz’ora tiratelo fuori e mescolate così da farlo diventare cremoso. Più dura questa operazione più cremoso diventa!
come-preparare-la-mousse-ai-fichi_0642a80dcd400925d925bfe069a10f99
Beauty consiglio: i fichi sono ricchi di sostanze benefiche utili alla pelle, sia per idratare e nutrire, sia per contrastare i brufoli. Una volta schiacciati potete utilizzare la pappetta ricavata per creare maschere (se abbinate oli vegetali e miele/yogurt), esfolianti viso (olio evo/mandorle, miele, yogurt e farina di cocco) e scrub per il corpo (olio evo/mandorle, farina di mais, miele).