Freddo e pelle secca

Nonostante questo Gennaio in certi giorni sia insolitamente caldo l’inverno rimane sempre uno dei peggior nemici della pelle.
Le basse temperature intaccano le naturali difese della cute che diventa via via più sensibile e secca.
Il tessuto cutaneo con il freddo tende a diventare ipolipidico perché i vasi sanguigni, vasocostringendosi per aiutarci a trattenrere calore, apportano meno nutrimento alla cute, rallentandone il metabolismo e la naturale produzione di lipidi.
Se poi ci aggiungiamo gli sbalzi termici, il vento, gli ambienti poco umidi, il fumo e lo smog ,due grandi grandi nemici della pelle, la situazione si aggrava.
pelle-inverno4-640x320
Se potessimo ascoltare la nostra pelle durante questo periodo la sentiremmo sussurrare ” difendimi, riparami, curami” e nel beauty case devono ASSOLUTAMENTE trovare spazio prodotti idratanti-emollienti lenitivi-nutrienti e protettivi!
Esistono due tipi di grasso a protezione della cute: il sebo e le ceramidi. Il sebo è il prodotto delle ghiandole sebacee e forma da solo il 90%-95% del mantello idrolipidico, spesso viene erroneamente demonizzato pensando che sia antiestetico. Le ceramidi sono il cemento intralamellare dell’epidermide, ci proteggono dalla dispersione di acqua e sono prodotte naturalmente dai cheratinociti. Sono soprattutto le ceramidi a diminuire quando fa freddo e questo aumenta la dispersione di acqua. La secchezza infatti non è dovuta alla mancanza di acqua ma da quanta il tessuto ne disperde e chi soffre di secchezza ne ha una maggiore perdita.

dry-skin2
Partiamo da due consigli forse un po’ scontati ma importanti: coprirsi bene proteggendo particolarmente le zone più esposte con sciarpe e capelli e con guanti e calze pesanti per isolare mani e gambe, l’altra accortezza evitare lavaggi troppo frequenti. Inoltre asciugatevi delicatamente tamponando e senza strofinare.
I detergenti che vi ricordo devono essere sempre delicati, durante le stagioni fredde diventano più cremosi e oleosi per dare ulteriore comfort alla pelle.
Si potrebbe pensare che un semplice prodotto idratante ricco di acqua possa risolvere il problema ma per assurdo si potrebbe scatenera anche un’irritazione; tanto meno possono servire cosmetici a base solo di glicerina (tra i più comuni ed economici in commercio) che si limitano a trattenere acqua come una sorta di domopack che ricopre la pelle impoverendola senza apportare alcun beneficio.
Se volete un’azione idratante e funzionale dovete stare su cosmetici di nuova generazione che sono auto-idratanti a base di jaluronico a basso peso molecolare, aloe vera o mucillagini (tanto per citare qualche ingrediente) che permettono una minore dispersione dell’acqua ottimizzando quella già presente nel tessuto. Trovate cosmetici dedicati alle labbra, controno occhi, mani e corpo.
Ma per affrontare il freddo non basta, bisogna isolare la pelle e proteggere la membrana cellulare da shock termci che potrebbero portare a rossori e infiammazioni, temporali ma anche permanenti come la couperose.A
Nutrire e apportare energia con prodotti a base di glicosaminoglicani (tra cui il più famoso è appunto lo jaluronico), vitamina A , vitamina C l’ antiossidante per eccellenza, flavonoidi, vit E e fattore F che sono protettori e antinfiammatori, collagene ed elastina per rafforzare i tutori dermici.
pelle-chiara
Il trucco può diventare un valido alleato, una sorta di scudo contro freddo ma fate attenzione alla composizione che non contenga allergeni e alla texture che deve fondersi bene con il tessuto creando un ulteriore effetto morbidezza.
In settimana concedetevi maschere corpose e nutrienti magari home made a base di argan, avocado, olio di mandorle, aloe, miele e pappa reale.

E la vostra cute come diventa in inverno?..
Migliora o peggiora? Qual è il vostro cosmetico salva pelle?..

Annunci

Un giorno da visagista Guam!

Sabato scorso, nonostante i temporali a far da cornice, ho trascorso una giornata piacevole in compagnia di belle donne. Un’iniziativa “Proteggi la tua pelle” nata dall’entusiasmo di un incontro: quello di Desirèè e IntoThe Beauty. 1656434_1542851429291460_481331348131101536_n

Con l’arrivo del freddo la pelle comincia ad essere sofferente e necessita di attenzioni particolari: idratazione protezione e nutrimento sono quindi fondamentali! Quale soluzione migliore di provare gratuitamente la cura del viso Microcellulaire di Guam? La caratteristica principale di questa linea è il fitoplancton Guam, il meglio delle alghe microcellulari a elevato contenuto di aminoacidi affini alla pelle e oligoelementi e la forza vitale dell’acqua madre, ricca di potassio magnesio e altri minerali.

1394213_851287841582392_7301019677117725617_n

Le fortunate che sono riuscite a prenotarsi per tempo hanno avuto il piacere di ricevere un trattamento viso omaggio, testando i benefici del micro olio secco e del foglio d’alga viso-collo della stessa collezione. Dopo un’attenta detersione con marine crème delicata e morbida (non mi ha dato problemi nemmeno sulle pelli più reattive) ho eseguito un massaggio drenante e rilassante con l’olio eudermico arricchito di acido jaluronico, vitamina e , olio di riso e cardo marino svolge un’azione rimpolpante e nutriente. Molto piacevole da lavorare si assorbe velocemente. Lo consiglio anche a chi non ha molta pazienza o una manualità professionale. Adatto per una cute ipolipidica svolge un’azione setificante, donando luminosità. Terminato il massaggio ho applicato la maschera di tessuto non tessuto, imbibita di principi attivi tra cui estratto di fucus e calendula, camomilla, ginseng ed essenza di arancio. Va lasciata agire in posa per 15 minuti per creare un effetto lifting e destressante per la pelle.

MICROCELLULAIRE-OLIO-SECCO MICRO-FOGLI-DALGA-VISO-COLLO-6-MASCH.MONOUSO-GUAM

Il risultato di questo trattamento, in parte riproducibile a casa, è un viso ossigenato fresco e disteso. A fine seduta le partecipanti hanno ricevuto un mini kit di campioni personalizzato in base alla singole esigenze. Ho potuto così regalare coccole e consigli utili mettendo a disposizione di tutte le affezionate clienti la mia esperienza come consulente di bellezza. E come sempre, l’aver interagito a più livelli ha costituito per me l’ennesimo piacevole arricchimento.

Alla prossima puntata!